image

NME E TRANSPOTEC LOGITEC, A MAGGIO A FIERA MILANO, RACCONTANO IL FUTURO DELLA MOBILITÀ. IVECO E IVECO BUS A BORDO DEI DUE EVENTI

LEGGI IL COMUNICATO
image

NME E TRANSPOTEC LOGITEC, A MAGGIO A FIERA MILANO, RACCONTANO IL FUTURO DELLA MOBILITÀ. IVECO E IVECO BUS A BORDO DEI DUE EVENTI

LEGGI IL COMUNICATO

In evidenza
Treni e bus per realizzare le Hydrogen Valley
image
I progetti legati all'uso dell'idrogeno nel trasporto pubblico stanno guadagnando rilevanza, come il progetto H2iseO del gruppo Ferrovie Nord Milano che prevede l'introduzione di treni e bus a idrogeno nella Valcamonica.

In Italia i progetti legati all'uso dell'idrogeno nel trasporto pubblico stanno guadagnando sempre più rilevanza, rappresentando una svolta significativa verso la decarbonizzazione del settore dei trasporti. Uno degli esempi chiave è il progetto H2iseO, promosso dal gruppo Ferrovie Nord Milano (FNM) in collaborazione con Alstom. Questo progetto prevede l'introduzione di treni Coradia Stream a idrogeno, che hanno iniziato i test a partire dalla fine del 2023 ed entreranno in servizio in Valcamonica a partire dal 2024-2025. Oltre ai treni, il gruppo FNM ha esteso il suo impegno all'idrogeno al trasporto su strada, annunciando l'acquisto di 40 nuovi bus a fuel cell.

Questa iniziativa non solo ridurrà le emissioni nocive, ma contribuirà anche a sviluppare ulteriormente la filiera dell'idrogeno in Italia. I bus, insieme ai treni, rappresentano un passo concreto verso la creazione di una "hydrogen valley" nella Valcamonica. Questi progetti, infatti, non solo mirano a fornire soluzioni di trasporto più pulite, ma contribuiscono anche allo sviluppo di una nuova infrastruttura per la produzione, lo stoccaggio e la distribuzione di idrogeno. L'adozione di tecnologie a idrogeno nel trasporto pubblico italiano dimostra il crescente impegno del paese verso la sostenibilità ambientale e l'innovazione nel settore dei trasporti. Quello della Valcamonica non è il solo progetto avviato in Italia. A

d aprire le danze ci aveva già pensato Bolzano che nel 2021 mise in servizio una flotta di 12 bus a idrogeno con autonomia di 350 km grazie a un serbatoio dell’idrogeno di 37,5 kg. Sulla stessa linea Mestre che a settembre del 2023 ha presentato i primi quattro autobus 12 metri a idrogeno che inaugurano la svolta green della nuova flotta AVM/Actv impegnata nell’ambito urbano e suburbano di terraferma. A fare la voce grossa anche Tper Bologna che ha messo a gara, e assegnato, 127 autobus da 12 metri, oltre a un’importante opzione per altri 140 mezzi. I bus sono previsti in servizio su Bologna e Ferrara entro il 2026. Il bando comprende anche la fornitura di ricambi per tutto il ciclo di vita.